Riassunto generale delle reazioni

945256_10151384556895633_1719381613_n

E’ finito il corso da poco- prendiamo coraggio e vediamole tutte, ‘ste reazioni.

….. ok……… vediamo un pò come dire.

CONCETTI GENERALI CHE FANNO DA BASE A TUTTO IL RESTO DELL’IMPALCATURA

Questo è sull’atomo:

  1. -la struttura dell’atomo, i gusci in cui stanno gli elettroni,
  2. -il numero atomico (protoni nel nucleo),
  3. -numero di massa (protoni +neutroni—->isotopi) ;
  4. gli elettroni di valenza :quanti elettroni ha nel guscio esterno _______________________

Tipi di elementi:

  • ci sono elementi della tavola periodica (i primi due gruppi in verticale) che tendono a cedere elettroni facilmente, perchè raggiungono una maggiore stabilità diventando con la stessa configurazione elettronica dell’elemento nobile precedente. L’idrogeno ha solo un elettrone, ma se fa un legame covalente diventa con due elettroni e quindi ha la stessa configurazione dell’Helio (nobile, stabile). Il primo periodo della tavola periodica è fatto dall’idrogeno: l’elio regna sovrano, tutti vogliono arrivare a due elettroni.

Litio, Berillio, Boro, sono tutti quelli elettrondonatore, che ne hanno pochi e vogliono cederli.

  • Invece nella seconda riga , orizzontalmente, della tavola, più in basso, ci sono gli elementi più elettronattrattori che non cedono ma vogliono semmai ottenere elettroni perché a loro interessa raggiungere il livello successivo di guscio eletttronico, vogliono arrivare a quota 8 elettroni. Abbiamo quindi gli ultimi gruppi : il Cloro, settimo gruppo,  l’Ossigeno, sesto gruppo, azoto, quinto gruppo. Il Cloro è quello che cede meno di tutti perché è avido di un solo elettrone e lo strapperà al sodio (Na) per formare il sale, e d’altro canto anche il sodio cederà volentieri il suo per cui c’è un legame ionico che si stabilisce all’istante. Ionico o covalente polare.
  • C’è una via di mezzo tra i poveri dei primi gruppi che cedono subito, e quelli che non cedono mai degli ultimi gruppi. Il Carbonio è del quarto gruppo. Non cede, nè si lascia strappare da altri. Ha valenza 4, può fare quattro legami, fa legami covalenti anche non polari, cioè tra elementi piuttosto simili tra loro.

I legami covalenti sono stabili al punto che è lui il composto prevalente in natura: il cibo, le persone, le cose organiche in generale appunto. Che orbitali usa? s , p.

_____________________________________________

Ibridazione: sp3 ,sp2, sp.

Legame sigma e legame pi greco. Quale è più forte? Il legame sigma perché i due nuclei sono più vicini tra loro.

Legame triplo: ci sono 6elettroni ; legame doppio : ci sono 4 elettroni; legame singolo : ci sono 2 elettroni.

_______________________________________

Tipi di legame:

ionico : tra un elemento molto elettronattrattore e un elettrondonatore  (trasferimento elettroni, carica netta, l’elettrone va a finire tutto al più attrattore, reticolo cristallino, solubile in acqua) , esempio: il sale, NaCl.

-covalente: tra due elementi non troppo distanti di elettronegatività  (condivisione, carica non netta, l’elettrone gira intorno a entrambi i nuclei e più c’è polarità e più ruota) , esempio: idrogeno-idrogeno, H2.

covalente polare : tra due elementi diversi di elettronegatività , ma ha un limite di 2, se la differenza è maggiore di 2, allora il legame è ionico.  Esempio,HCl, acido cloridrico.

___________________________________________

Disegnare le molecole:

  • Strutture di Lewis (quelle con i puntini)
  • strutture di Kekulè (quelle che preferisco, con le linee che si capisce bene come sono messe)
  • Strutture condensate (che non dicono nulla… per esempio H2O)

Carica formale è quella calcolata su un singolo atomo, che è nel contesto di una molecola. Un calcolo noioso che si potrebbe evitare. Tanto si vede senza i numeri che un atomo è carico negativamente o positivamente o se è neutro, basta controllare che la valenza si a posto cioè se fa più legami di quanto possa sopportare: (per esempio H3O+ è un ossigeno che dovrebbe avere solo due legami ma ne fa tre quindi  è carico positivamente cioè è rimasto senza un elettrone perché lo ha ceduto per legarsi a un idrogeno in più).

_____________________________

Equilibrio

pka, ka.

Una reazione per esempio: acido acetico+ ammoniaca –> base coniugata dell’acido acetico (anione carbossilato, ha perso un idrogeno) + ione ammonio (ha acquistato un idrogeno)

Questa è una reazione acido-base, cioè un acido + una base—> un sale, dove c’è legame ionico; questo sale formato è formato da due ioni , uno carico negativamente cioè l’anione (-) e l’ammonio carico (+).

  • Da cosa è data la forza di un acido? Come capire se un acido è forte? Vedere la sua base coniugata (con carica negativa) : se è ben distribuita la carica, è un buon segno significa che è anche una carica meno disponibile quindi meno basica———- definizione :Base=donatrice di elettroni, di carica . Quindi, se è meno basica quindi è più debole come base. Ergo, l’acido è più forte perché vanno all’incontrario.

La forza di un acido è data da queste quattro cose:

  1. elettronegatività (è la capacità di attrarre, tipica degli elementi degli ultimi gruppi tipo l’azoto o l’ossigeno e così via)
  2. dimensione (tra acido iodidrico HI e acido fluoridrico HF è più acido il primo perché è più grande di volume cioè ha più elettroni; strano, detto tra noi, perché è lo iodio quello più elettronegativo quindi dovrebbe attrarre di più bho— ah però l’atomo più grande  è anche più stabile, ma questa è una situazione limite che non si capisce fino all’ultimo secondo chi cazzo è più forte)
  3. effetto induttivo (lungo i legami sigma c’è attrazione di carica per distribuirla—-> meno basica—>idem, più acido lui)
  4. effetto risonanza (se c’è doppio legame, è chiaro che farà un doppio giro di qua, in pratica attrae carica, distribuisce carica, la rende meno disponibile, meno basica—>ergo, più acido lui

______________________________________________________-ALCANI , ALCHENI ….ALLA PROSSIMA 🙂 

_____________________________________________aggiunta del 25 giugno

Alcani: fanno reazioni di tipo

1-ossidativo

2-radicalico

Alcheni: fanno reazioni di tipo “addizione elettrofila”

-con acido cloridrico

-con acqua —> si formano alcoli

-con cloro molecolare

-con PERACIDI e formano le epossidi (triangolo con ossigeno)

-con TETROSSIDO DI OSMIO–> (ossidazione) formano dioli

Alchini:

1- con Base—> perdono un idrogeno ma tanto sono acidi abbastanza da perderlo e poi diventano carbonio carico (-)

2-con acqua e acidi molto molto forti (NaOH) —–> CHETONI

3-idrogeno e catalizzatore—-> si riducono e formano alcani.

Per limitare questa riduzione ad alcheni, usare catalizzatore di Lindlar (è gesso, credo. Carbonato di calcio è. )

Alogenuri Alchilici:

fanno reazioni di due tipi : sostituzione e eliminazione.

Possono formare: _—>alcol

—–> e chissà cos’altro(  l’importante non è saperlo prima a memoria ma vedere lì per lì. )

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...