Tra FORZA e DOLCEZZA

 

Applicandole alla maternità:

mettendo questa equivalenza

  • dolcezza = un alberino di natale trasparente di zucchero rosa fosforescente
  • mancanza di regole = confusione in casa
  • troppe regole severe = stanza vuota ;

 

riflettendoci su

riflettendoci su

  1. Una madre che dà troppe regole e non è mai affettuosa, è come se facesse vivere il proprio figlio in una stanza vuota come la cella di un monaco che si fustiga, senza nemmeno un quadro allegro, e senza comodi divani, e senza altro che il necessario, e senza alcun dolcetto a giro. Apatia è il risultato. Paura anche. E senso di rigore eccessivo.

  2. Una madre che non dà regole, e lascia troppo libero un figlio, ma poi si lamenta di lui perché non ha disciplina e non fa nulla, e lo sgrida come una pazzoide e poi si sente in colpa e quindi lo riempie di dolci/regalini/parole affettuose per compensare la sua rabbia verso di lui, è come se lo facesse vivere in una stanza piena di caos! Una stanza piena di cianfrusaglie, con cose  da buttare e cose inutili, e vestiti che non mette più, e cose di lei che non dovrebbe tenere lì (invasione di campo), in una stanza piena di confusione e nel mezzo quel bellissimo alberino di natale di zucchero rosa , ma che non viene per niente valorizzato e in tutta quella confusione nemmeno si nota. In pratica l’amore della madre , l’alberino dolce, non viene percepito perché c’è troppa confusione, troppa roba di mezzo, troppe parole, o troppa rabbia.

  3. Una madre equilibrata invece sa trovare il modo di dare poche regole ma farle rispettare , e senza scaricare tutte le sue ansie sul figlio. Tra l’altro sa essere fredda abbastanza da non avere troppe aspettative, e non ha bisogno di ricevere l’affetto dal figlio perché ha un compagno in grado di esserle accanto e fare il lavoro insieme. Quindi specie quando il figlio tende a fare di testa sua o a ribellarsi, starà abbastanza calma da non aspettarsi troppo ma anche fare rispettare certe regole. Un esempio è Leigh Anne di “Il lato cieco.”, dove Sandra Bullock è di certo introversa ma molto decisa a fare le cose a modino insomma, e la cosa favolosa di tutto questo la si vede nella sua famiglia: è piuttosto tranquilla, tutti sono felici, o comunque hanno ciascuno il loro impegno e sono rilassati e ogni crisi viene affrontata piuttosto equilibratamente, anche se certo ci saranno i momenti di urla ma piuttosto limitati. E’ merito di lei, piuttosto ferma (e non mostra le lacrime-che fanno sentire in colpa i figli e li mandano in tilt- tranne a suo marito che comunque è un uomo e sa capire certe cose). Sembra un pò un generale. Forse anche presuntuosa. Ma di certo è meglio così che molliccia e troppo gentile perché i figli sono piccoli animaletti che tendono a fare icchegli pare , un pò egoisticamente.) la qualità preferita che mi piace di lei è che parla poco e agisce parecchio, è concreta, va al punto, e non ha il prosciutto sugli occhi e quindi è parecchio coi piedi in terra.

la vera Leigh Anne della storia - da cui hanno fatto il film "The blind site" - un film basato sul concetto di proteggersi a vicenda , visto che nessuno può guardarsi le spalle da solo

la vera Leigh Anne della storia – da cui hanno fatto il film “The blind site” – un film basato sul concetto di proteggersi a vicenda , visto che nessuno può guardarsi le spalle da solo

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...